Teoria e critica
 
 
Home page > Teoria e critica

par Éric Houser

Articolo postato martedì 31 maggio 2011
da Lello Voce
«Il y a trop de sens pour nous laisser en donner davantage» Il faut saluer cette publication de traductions en français de poèmes de Bill Berkson, dont la composition s’étale sur un demi-siècle, entre 1960 et 2010. Ce volume s’intègre dans une collection américaine, dirigée par Olivier Brossard, qui comprend déjà deux livres importants, Poèmes déjeuner, de Frank O’Hara, et Le Grand Quelque chose, de Ron Padgett. C’est une formidable occasion de découvrir une oeuvre qui n’est pas encore bien connue ici. (...)
1 commenti

di Paolo Giovannetti

Articolo postato lunedì 30 maggio 2011
Sto leggendo con vero piacere il nuovo romanzo di Jonathan Franzen, Libertà. E’ solido, intelligente, mai banale, rassicurante sì ma non troppo. Sono ancora all’inizio, ma lo sento già come mio; e certamente lo terminerò. Ma che cosa determina, in un racconto o in un romanzo in prosa, quel senso di prossimità, di familiarità, di attaccamento ai fatti raccontati che ti costringe ad andare avanti sino alla fine, anche quando magari la storia che leggi ha smesso di interessarti, e anzi ti vergogni un (...)
7 commenti

di Adriano Padua

Articolo postato sabato 21 maggio 2011
da Lello Voce
1 Il numero 0 della rivista Baldus esce nel settembre 1990. Nell’editoriale introduttivo Mariano Baino afferma che la linea della rivista sceglie la contaminazione quale campo privilegiato, sebbene non esclusivo, di riflessione. Anche, se non soprattutto, per analizzarne le possibilità relative a una sperimentazione nuova, in un’epoca di mutamenti delle strutture comunicative, e di generale e complessa ridefinizione della cultura e dei suoi oggetti. Tuttavia, per comprendere il clima nel (...)
0 commenti

di Luca Baldoni

Articolo postato martedì 17 maggio 2011
Numero_14: Agostino Raff (1930) – Elio Pecora (1936) Agostino Raff, di origine veneta, opera dal 1968 a Roma come pittore, musicista e scenografo. Sue personali di pittura si sono svolte a Roma, Milano, Bonn, e ha collaborato con Radio 3 Rai con programmi di storia della musica italiana tra Ottocento e Novecento. Come poeta è autore di due raccolte, L’incerta gioia (con testi degli anni ’60 e ’70) e Narciso e specchio, entrambe apparse nel 1991. Soprattutto in L’incerta gioia centrale è (...)
0 commenti
Articolo postato sabato 14 maggio 2011
Nel mare magnum, spumeggiante e inquinatissimo, della poesia contemporanea italiana e della sua delirante editoria, si sono formati, da troppo tempo!, due partiti di un antagonismo subdolo e feroce, i quali, esattamente come accade per i partiti politici, vanno sotto due denominazioni tanto demenziali quanto frodolente: la poesia “lineare” e la poesia “performativa”. La poesia lineare contro la poesia performativa, e viceversa, a botte di esclusione e di colpi tremendi. La poesia lineare, (...)
9 commenti
Articoli precedenti:
< 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |> |...