Teoria e critica
 
 
Home page > Teoria e critica

di Luigi Nacci

Articolo postato mercoledì 23 febbraio 2011
È morto oggi a Oslo Luigi Di Ruscio, uno dei più talentuosi, schivi, non allineati poeti italiani del secondo Novecento. Lo voglio ricordare riproponendo questa intervista realizzata nella primavera del 2006. Scrivere, anche mentre affonda il Titanic intervista a Luigi Di Ruscio Luigi Nacci (LN): Luigi Di Ruscio, classe 1930, importante poeta italiano che vive dal 1957 in Norvegia, oggi pensionato, per quarant’anni operaio in una fabbrica metallurgica. Per la definizione della tua (...)
3 commenti

di Luigi Nacci

Articolo postato lunedì 21 febbraio 2011
C’era una volta la letteratura triestina. Quella di Saba, Giotti, Svevo, Stuparich e di altri illustri saliti agli altari delle patrie lettere; una letteratura che aveva, a detta di molti critici, una fisionomia dai tratti ben distinti, in grado di smarcarsi dalla letteratura del resto del paese. Il mito della città di confine, mitteleuropea, asburgica, porto franco imperiale, è declinato nel secondo Novecento, svanendo come una bolla di sapone dopo la caduta del Muro e svelando i limiti di (...)
5 commenti

par Nathalie Quintane

Articolo postato martedì 15 febbraio 2011
C’est une entreprise qui ne ressemble à rien de connu : un artiste, Thomas Hirschhorn, décide que sa prochaine exposition consistera à exposer la poésie, et que la poésie en l’occurrence aura un nom, celui d’un poète vivant - et non plus d’un philosophe mort. Exhibiting Poetry Today : Manuel Joseph. Hirschhorn choisit un titre en anglais - constat solennel, solennité indissociable du constat - parce qu’il est artiste, suisse-allemand, que l’adresse est en anglais sur la scène de l’art, que l’anglais (...)
0 commenti

di Luca Baldoni

Articolo postato martedì 15 febbraio 2011
Numero_10: BONA Gian Piero Bona, torinese, è autore di romanzi e racconti, testi teatrali e raccolte poetiche. Sin dall’esordio poetico nel 1955 Bona affronta il tema dell’omosessualità in maniera molto coraggiosa per l’epoca, mentre lo stesso percorso viene articolato con maggiore gradualità sul versante della prosa (si veda Gnerre, pp. 321-23 in particolare). Considerando che la sua ultima raccolta risale al 2005, Bona è uno dei pochi poeti italiani che possa vantare una produzione (...)
2 commenti

di Luigi Nacci

Articolo postato lunedì 7 febbraio 2011
Sul performer, sul poeta performativo fatto e da farsi Voce Il poeta è voce, e ogni poesia è abitata dal desiderio della viva voce (Zumthor). Ci sono culture in cui la voce viene trattata come creta, per differenziare i generi poetici, dai griot del Mali ai cantadores del sertão brasiliano. Ma non serve arretrare troppo nel tempo o spostarsi nello spazio per trovare mirabili esempi di modulazione e sperimentazione vocale: Demetrio Stratos, il cantante degli Area, varca la soglia delle (...)
1 commenti
Articoli precedenti:
... | < 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 |> |...