I blog d’autore
 

par Pierre Le Pillouër

aggiornato giovedì 17 maggio 2012
 

di Cecilia Bello Minciacchi,
Paolo Giovannetti,
Massimilano Manganelli,
Marianna Marrucci
e Fabio Zinelli

aggiornato domenica 18 marzo 2012
 

di Sergio Garau

aggiornato lunedì 6 febbraio 2012
 

di Claudio Calia

aggiornato venerdì 2 dicembre 2011
 

a cura di Massimo Rizzante e Lello Voce

aggiornato domenica 27 novembre 2011
 

di Luigi Nacci & Lello Voce

aggiornato domenica 13 novembre 2011
 

di Massimo Arcangeli

aggiornato martedì 30 agosto 2011
 

di Massimo Rizzante

aggiornato venerdì 29 luglio 2011
 

di Giacomo Verde

aggiornato sabato 4 giugno 2011
 

di Rosaria Lo Russo

aggiornato sabato 21 maggio 2011
 

di Gabriele Frasca

aggiornato giovedì 5 maggio 2011
 

di raphael d’abdon

aggiornato sabato 2 aprile 2011
 

di Stefano La Via

aggiornato giovedì 24 marzo 2011
 

di Maria Teresa Carbone & Franca Rovigatti

aggiornato giovedì 17 marzo 2011
 

di Chiara Carminati

aggiornato giovedì 13 gennaio 2011
 

di Domenico Ingenito & Fatima Sai

aggiornato mercoledì 10 novembre 2010
 

di Yolanda Castaño

aggiornato martedì 9 novembre 2010
 

di Gianmaria Nerli

aggiornato giovedì 16 settembre 2010
 
Home page > I blog d’autore

di Fatima Sai

Articolo postato mercoledì 10 novembre 2010
Così rossa è la rosa che sulla gota splende che sa ingannare il cuore. Si imprime nello sguardo e lo cattura, bellezza che altera illude chi ti guarda e alla tua mano consegna in servitù il suo cuore. Bellezza che vezzeggiando offende: che importa se il pugno cui affido un cuore innamorato ha dita come spine? Che importa se poi il cuore si fa liuto e in musica convertono le dita il suo lamento? E infine quel mio cuore si fa freccia lanciata dalla mano d’un arciere che a morte lo (...)
78 commenti
Articolo postato martedì 9 novembre 2010
Existe una raza de escritores vocacionales, una especie de poetas entregados cuya fe en la poesía no enflaquece jamás. Su llama inextinta los lleva lejos y lo hace con pasos demorados, estables y sólidos. Entre esta noble raza, al otro lado del Atlántico y aún a orillas de aguas no menos pacíficas, se cuenta con Francisco Véjar, nacido en 1967 en la localidad chilena costera de Viña del Mar. Hoy Francisco Véjar se ha instalado en la capital de su país alargado, Santiago, y desde allí se vuelca (...)
0 commenti

di Paolo Giovannetti

Articolo postato giovedì 4 novembre 2010
Nel mio lavoro càpita spesso di essere informalmente reclutati nel ruolo di ‘presentatori’ di opere – in particolare di poesia – fresche di stampa. Sono una persona fondamentalmente gentile, soprattutto uno che non sa dire di no: per cui accetto di presentare anche cose non bellissime, scritte però da persone che conosco, che mi sono simpatiche, che mi sembra abbiano da dire qualcosa sulla vita (al di là della qualità dei loro versi) e con le quali è bello passare una serata. Poi c’è il pubblico, (...)
2 commenti
Articolo postato domenica 31 ottobre 2010
O cameretta che già fosti un porto a le gravi tempeste mie diürne, fonte se’or di lagrime nocturne, che ’l dì celate per vergogna porto. Francesco Petrarca In una buia aureola di petrolio la cameretta è un nido riscaldato da depositi organici, da roghi, da liquami. Valerio Magrelli Alimento di liquido puro imploso. Liquido impuro di alimenti espulso. Le lacrime, un tempo versate dentro ma trattenute fuori, sono oggi (...)
1 commenti
Articolo postato martedì 26 ottobre 2010
La voce del profondo, quella che Alfred Deller incanalava nelle vasche di raffreddamento del seno frontale, canta in verità tutti i nostri tessuti, per questo vi si radica il comunitario (senza che vi si decanti il pensiero). Le prime forme di socius sono prelinguistiche e irriflessive, e dunque non meravigli che lo strato profondo di ogni forma sociale evoluta sia sostanzialmente sovrarazionale. Se qualcosa ancora ci individua, ma senza parlarci, è questa voce, modulata ma non articolata. (...)
0 commenti
Articoli precedenti:
... | < 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 |> |...